Login blog


I pazienti “grigi”

Autori: Gabriella D'Ettore - Giancarlo Ceccarelli

Sono convenzionalmente definiti "pazienti grigi" i pazienti per cui ad una clinica compatibile con diagnosi di COVID-19 non corrisponde una parallela diagnosi etiologica mediante positività dei test diagnostici. Per queste loro caratteristiche, sono una nota dolente sia per quanto riguarda la gestione del paziente stesso, sia per la gestione intraospedaliera, sia per ovvi aspetti di sanità pubblica.

Interpretazione clinica dei tests diagnostici per ...
Valutazione dello stato di infezione del pazienti ...
 

Commenti 1

Michele TREZZI il Venerdì, 18 Settembre 2020 22:30

E' ancora vero quello schema che tenevamo davanti a marzo sul tasso di positività della PCR nei campioni biologici, apparso su JAMA? BAL 93%, escreato 72%, tampone nasale 63%, tampone faringeo 32%, feci 29%. Nel pz grigio quando andiamo al BAL? quando al terzo tampone NF? ci fermiamo al secondo e cerchiamo altre cause spostandolo in ambiente no covid?

E' ancora vero quello schema che tenevamo davanti a marzo sul tasso di positività della PCR nei campioni biologici, apparso su JAMA? BAL 93%, escreato 72%, tampone nasale 63%, tampone faringeo 32%, feci 29%. Nel pz grigio quando andiamo al BAL? quando al terzo tampone NF? ci fermiamo al secondo e cerchiamo altre cause spostandolo in ambiente no covid?
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 23 Settembre 2020
Se si desidera iscriversi, compilare i campi nome utente e del nome.

Accettando accederai a un servizio fornito da una terza parte esterna a https://simit.org/