Autori: Annalisa Saracino - Paola Cinque 

Sempre più spesso persone con febbre chiamano il proprio medico (MMG ma anche infettivologo) o si presentano in PS per dubbio di COVID19 in presenza di febbre con/senza sintomi respiratori e con/senza evidenza di contatto con persone con COVID. E' importante avere una linea di comportamento che può andare dalla somministrazione del tampone solo al paziente febbrile 'a rischio' (per tipologia di sintomi o comportamenti), all'esecuzione del tampone a tutti i pazienti febbrili, con ricadute pratiche e gestionali importanti (e magari attraverso l'uso di test rapidi o POC)