Sempre più spesso, specie in occasione di controlli periodici in ospiti di RSA, si evidenziano casi di TNF debolmente positivi dopo primi episodi di Covid-19 con negativizzazione confermata di TNF. In alcuni casi trattasi di soggetti asintomatici, in altri c'è una ripresa di malattia. E' possibile identificare un percorso diagnostico comune da presentare come SIMIT per la gestione di tale problematica, anche per evitare ricoveri in strutture ospedaliere che saturerebbero la loro capienza? E' possibile attivare uno studio virologico nazionale per la ricerca di virioni completi?